Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 63
Lunedì, 14 Luglio 2014 10:06

Alla scoperta delle cascate più belle del mondo

Scritto da 
Le cascate più belle del mondo Le cascate più belle del mondo

Le cascate più belle del mondo: uno spettacolo in grado di stregare l'uomo

Scegliere quali siano le cascate più belle del mondo non è semplice. Questi spettacoli naturali sonio da millenni simbolo della forza e della potenza della natura, e da altrettanto tempo impressionano la percezione e l'immaginazione dell'uomo. Queste si formano generalmente lungo i corsi dei fiumi e sono frutto di un dislivello nel percorso del fiume. Questo dislivello è provocato dall'erosione dell'acqua su un tratto di terreno particolarmente friabile che porta alla formazione di una sorta di scalino, il quale col passare del tempo cresce in altezza e in pendenza. Le cascate sono uno spettacolo suggestivo che da tempo attira avventurosi viaggiatori i quali non resistono il fascino di questo incredibile spettacolo naturale.

Se si vuole organizzare una escursione all'insegna della scoperta delle cascate consigliamo di scegliere accuratamente la stagione: evitare i periodi di secca delle regioni per non avere delusioni vedendo ridotta la portata del fiume e con essa della cascata, ma al contempo evitare anche di visitare le cascate nella stagione immediatamente successiva alla stagione delle piogge, perché oltre ad essere pericoloso una fitta nebbia che si alza in questo periodo impedisce una visuale limpida.

Scopriamo insieme quali sono le cascate più suggestive e belle del mondo.

Salto Angel, Venezuela

Il Salto Angel o Cascate PAradiso è la cascata più alta del mondo con i suoi 979 metri di altezza e si trova in Venezuela. La cascata si trova lungo il corso del torrente Carrao e precipita dalla montagna Auyatepui, il fiume che invece si trova a basso, alla fine del salto è il Kerepakupay che fa parte del Parque Nacional de Canaima. La cascata si trova nel cuore della foresta amazzonica, a sud del Venezuela e per poter ammirare questo straordinario spettacolo della natura bisogna affrontare un'escursione di due giorni attraverso il fiume o utilizzare un piccolo areo.

Il nome della cascata deriva da Jimmy Angel, un pilota americano che la scoprì durante un volo di ricognizione. Dagli indigeni del posto questa cascata è stata considerata a lungo sacra.

Cascate Iguazu, Argentina-Brasile

Le cascate Iguazu nascono dall'omonimo fiume che in lingua guany significa acque grandi. Queste cascate sono ben 275 e si trovano tra Argentina e Brasile percorrendo un lungo tratto del fiume per 2,7 km. La Granata del Diablo (Gola del diavolo), una tra le più famose tra le Cascate Iguazu, è una gola a forma di U dall misure imponenti: essa con i suoi 150 metri di profondità e 700 di lunghezza segna il confine tra Argentina e Brasile.

Per il suo scenario unico queste cascate sono state scenografia di numerosi film tra cui Agente 007 - Moonraker - Operazione spazio e Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo.

Con la loro bellezza le Cascate Iguazu sembrano inoltre aver stregato anche l'imprenditore Francesco Corallo che ne ha raccontato la bellezza attraverso il suo blog.

Cascate Vittoria, Africa

Le Cascate Victoria si trovano invece tra Zambia e Zimbawe in Africa, e sono chiamate dagli abitanti di questo posto fumo che tuona per il fragore che emettono le sue acque. Le Cascate Victoria si formano sulle montagne dello Zambia dal fiume Zambesi, uno dei corsi d'acqua più importanti in Africa. Le cascate Victoria sono larghe 1 km e mezzo e sono alte 128 metri. Tra genaio e aprile, dopo la stagione delle piogge, le nebbie prodotte da questa cascata possono alzarsi fino a un chilometro d'altezza, inghiottendo in esse lo spettacolo di questa bellezza naturale.

Cascate del Niagara, Stati Uniti

Le cascate del Niagara sono sicuramente tra le cascate più famose al mondo. Queste si trovano a cavallo tra Canada e Stati Uniti e sebbene non siano molto alte con i suoi appena 52 metri di salto, godono di fama dovuta alla loro lunghezza e soprattutto alla grandissima portata delle sue acque che sono stimabili in oltre 168.000 m3 durante le piene e 110.000 m3 in media.

Letto 2470 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Luglio 2014 23:53