Lunedì, 06 Febbraio 2023 16:05

Cosa fanno gli italiani online? Le statistiche

Scritto da 

La rete Internet ha innegabilmente condizionato le nostre vite. Al giorno d’oggi è diventato praticamente impossibile trovare qualcuno che per un motivo o per l’altro non si connetta almeno una volta al giorno. I social network non sono più strumento esclusivo dei giovani e nel 2021 l’utenza italiana è persino aumentata di oltre il 5% rispetto a 12 mesi prima. Stando ai dati raccolti dal report Digital 2022, la media giornaliera relativa al tempo trascorso dagli italiani sui social è di 107 minuti. Almeno ¾ della popolazione li utilizza comodamente da smartphone. Anche i software di messaggistica istantanea rivelano numeri importanti sul quotidiano, senza considerare che vengono utilizzati di continuo anche dai soggetti più piccoli, che sfuggono alle rilevazioni ufficiali.

Gli italiani finiscono con l’essere connessi anche per più di 6 ore al giorno. Il merito o la colpa, a seconda dei punti di vista, è anche dei giochi virtuali, che da anni permettono di sfidare online altri utenti in carne ed ossa. Le console sono in grado di collegarsi alla rete per dar vita a sessioni di gaming multiplayer dalla durata indeterminata. Il mercato videoludico si è espanso nel tempo toccando molte più aree dell’intrattenimento: i giocatori più famosi diventano anche degli streamer e portano i loro fan sulle più note piattaforme di condivisione video. Come può dimostrare un blog incentrato sulle slot machine o un sito dedicato alle attrazioni mobile, anche i giochi da sala fanno la loro parte, in quanto vantano delle apposite controparti digitali che permette di praticarli a distanza. Un processo che agevola ulteriormente l’accesso alla rete.

Oltre il 70% delle persone, però, usa Internet principalmente per informarsi, cercando le ultime notizie sulle testate giornalistiche o specifiche definizioni su dizionari ed enciclopedie online. I contenuti multimediali messi a disposizione dal web sono molteplici e annoverano anche approfondimenti culturali, ma la metà degli italiani li esplorerebbe soprattutto per ascoltare musica. Ogni momento libero diventa utile per impugnare il cellulare e distrarsi. Secondo la Digital Consumer Trends Survey 2022 di Deloitte, il 79% degli internauti, anche di età adulta, guarda volentieri brevi video sui social o eventi in streaming, al di là dei classici film o delle serie tv.

Internet viene sfruttato anche per rilassarsi, insomma. Non a caso 7 italiani su 10 possederebbero un abbonamento a servizi di streaming on demand e ogni anno la quota dei nuovi iscritti alle piattaforme aumenterebbe di circa il 20%. Una buona percentuale arriva persino a reiscriversi dopo aver effettuato disdetta qualche mese prima. Insomma, pare non esserci via di scampo: sebbene nei sondaggi in molti dichiarino di voler tornare ai vecchi tempi e socializzare maggiormente dal vivo, Internet e gli smartphone seguitano ad entrare prepotentemente nelle loro vite.

Paradossalmente, l’attenzione verso le novità tecnologiche non è però molto elevata: soltanto il 4% degli italiani, ad esempio, gestisce le criptovalute e in tanti non saprebbero fornire una definizione precisa del metaverso. Discorso a parte, infine, merita il tema della privacy: già nel 2013 oltre il 90% degli italiani temeva per la sicurezza dei propri dati online e oggi più della metà della popolazione evita di utilizzare particolari funzioni dei loro device per evitare di fornire eventualmente troppe informazioni personali. Le stesse che, a volte, circolano un po’ troppo imprudentemente sui social.

Letto 331 volte