Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 56
Lunedì, 29 Settembre 2014 12:44

L’ippoterapia: la soluzione degli ultimi tempi

Scritto da 

Oggi giorno non è semplice fare una terapia riabilitativa che piaccia o che magari abbia un costo anche molto basso; l’ippoterapia è una soluzione che potrebbe cambiare i percorsi di riabilitazione e magari creare un maggiore entusiasmo sopratutto nei confronti dei bambini.

Come tutti sanno i bambini, quando subiscono un trauma, fanno molta fatica a riprendersi in quanto hanno paura di una determinata cosa, e non è semplice far ricominciare ciò che hanno danneggiato.

Per questo motivo l’ippoterapia è una soluzione riabilitativa che sta cambiando il mondo, le abitudini delle famiglie e sopratutto mette in gioco la natura che ormai oggi viene accantonata inconsapevolmente, quando invece ha dei benefici piuttosto notevoli.

I benefici dell’ippoterapia

L’ippoterapia o la terapia del cavallo, ( viene chiamata anche così) offre numerosi vantaggi che andremo a sottolineare:

  • Avvicina gli adulti al cavallo, uno degli animali più dolci e sensibili che esistano sulla Terra;
  • Crea sicurezza in coloro che lo cavalcano perché ha un andamento piuttosto naturale e rilassante, così da donare pace e tranquillità al corpo che sta soffrendo;
  • Il tatto con l’animale è davvero unico: si pensi alla morbidezza e alla consistenza del cavallo, anche solo un abbraccio o una cavalcata con lui ricarica di energia sia un bambino che un adulto;
  • Il contatto con la natura: ormai tutti hanno abbandonato la passeggiata al parco, la raccolta di fiori o funghi, insomma abbiamo totalmente isolato la natura. L’errore più grande che si poteva fare è proprio questo, ma assieme al cavallo è possibile riscoprire anche i benefici della natura, il respiro puro e genuino che si trova tra gli alberi e le piante

Le varie fasi dell’ ippoterapia

Anche l’ippoterapia come altri settori o attività da fare, ha diverse fasi da rispettare per il bene e il raggiungimento dell’obiettivo finale.Si inizia con "ippoterapia propriamente detta" che riguarda il primo approccio col cavallo, con istruttore che vi affianca prima a terra e dopo cavalcandolo; "rieducazione equestre" che consiste nel raggiungimento dell’obiettivo da parte del cavallo, cioè accompagnare il "paziente" all'obiettivo finale; infine abbiamo anche "equitazione sportiva per disabili" dove il soggetto, ormai autonomo, può cavalcare il cavallo e raggiungere l’obiettivo finale.

Le terapia sono numerose e vaste ma l’ippoterapia è un’innovazione che non va assolutamente scartata per i motivi che abbiamo indicato, che non sono pochi e sopratutto rallegrano la giornata ad un bambino ma anche ad un adulto.

Letto 1882 volte Ultima modifica il Mercoledì, 01 Ottobre 2014 21:51