Lunedì, 21 Gennaio 2019 13:57

Chi è cosa fa il ghostwriter?

Scritto da 

Il ghostwriter è colui che scrive più per professione che per fama, però può fare molto sia per un bel libro, sia per ottenere un buon articolo. Ha una conoscenza generale di molti argomenti ed è la persona a cui si affida la stesura di testi di vario genere e per altrettanti scopi. Il ghostwriter lavora “dietro alle quinte”, vive di luce riflessa, non compare, non firma gli articoli.

Tutti sanno scrivere, ma scrivere bene è un altro discorso. Ci sono ottimi oratori che incontrano serie difficoltà quando si tratta di mettere nero su bianco quello che hanno in testa, per questo vanno spesso alla ricerca dello “scrittore fantasma”.

Il ghostwriter è uno scrittore su commissione che scrive per altri, mantenendo “il segreto” quindi l’anonimato, ed è colui che dovrebbe garantire un  risultato di qualità nel rispetto dei tempi concordati. L’autore su commissione non sempre ha voce in capitolo, nella maggior parte dei casi si limita a rispettare le richieste del committente, scrivendo testi originali e inediti senza però firmarli, vale a dire che la paternità e tutti i diritti sui testi prodotti sono di chi li ha richiesti.

 

Il cliente resta il solo titolare dei diritti d’autore dei testi commissionati ed il ghostwriting, proprio per il suo ruolo “fantasma” rinunciare a qualsiasi diritto, presente e futuro, su tutto il materiale che produce. A proposito di diritti d’autore: Tecnografica è l’unica casa editrice tipografa che garantisce il 20% di guadagno ai suoi scrittori che pagano solo il costo della stampa. Un bel modo per iniziare, magari con uno scrittore fantasma.

Perché rivolgersi ad un ghostwriter?

I motivi sono più di uno: i tempi stretti, la mole di lavoro, l’incapacità di affrontare tematiche specifiche, ecc. Scrivere richiede senza dubbio molto tempo, oltre che una certa fantasia, originalità, conoscenza dell’uso corretto della grammatica, della forma, e di alcune regole che fanno certamente la differenza, tra un testo cartaceo ed un testo che verrà pubblicato online per raggiungere un determinato scopo.

Dobbiamo anche precisare che in Italia abbiamo ancora qualche difficoltà a confrontarci con questa figura, come se ci sia qualcosa per cui vergognarsi e questo è un termine che viene ancora un po’ “insabbiato”, proprio come fanno gli struzzi…

Eppure ogni giorno tutti quanti ci rivolgiamo a dei professionisti per aiutarci dove non riusciamo… dall’idraulico all’avvocato, e senza remore o vergogna! Seguendo questa logica possiamo pertanto dire che non solo è giusto, ma è anche corretto rivolgersi ai professionisti della scrittura per commissionare la stesura o la correzione dei propri testi. Alla stessa stregua, se veniamo giudicati per quello che diciamo, allora veniamo giudicati anche per quello che scriviamo, o meglio, per come lo scriviamo! E non è un caso quindi che la maggior parte dei politici o dei personaggi pubblici si rivolgano ai ghostwriter per la stesura di comizi, discorsi e comunicati stampa.

Quali caratteristiche deve avere un bravo ghostwriter?

La prima caratteristica, o meglio, dote, è sicuramente la passione per la scrittura. Inoltre deve saper essere creativo ed originale. Deve saper scrivere bene, testi fluidi e scorrevoli, deve sapersi far capire, deve utilizzare un linguaggio riferito al target.

Per questo al ghostwriter possono rivolgersi praticamente tutti, professionisti, formatori, agenzie, web agency, scrittori ma anche privati e persone che hanno un’idea da esprimere su carta, o si far per dire! Persino i sognatori che vogliono scrivere il romanzo della propria vita, forse più difficile da comprendere, ma possibile!

Su portali come Kijiji trovi centinaia di annunci di ghostwriter sparsi per tutto il paese!

Letto 35 volte Ultima modifica il Martedì, 22 Gennaio 2019 18:17