Mercoledì, 23 Dicembre 2015 13:37

Come i droni professionali rivoluzioneranno l'urbanistica

Scritto da 

Con i droni professionali, tra le tante attività, è possibile effettuare rilievi topografici. I droni professionali sono dunque in grado di svolgere vere e proprie fotogrammetrie, con le quali è possibile identificare i punti di interesse dell’oggetto che si prende in considerazione.

Come si effettuano le fotogrammetrie con i droni professionali?

Le fotocamere installate sui droni professionali vengono tarate e dotate di intervallometro, scattando così immagini georeferenziate. I droni professionali sono in grado quindi di ricreare un modello 3D. Tutto ciò che i droni professionali possono fare rappresenta una vera e propria rivoluzione. In questo caso si tratta di una rivoluzione per il campo dell’architettura e dell’urbanistica, perché grazie ai droni professionali è possibile ottenere rilievi in modo rapido e preciso.

Se questo rilievi vengono svolti senza droni professionali, costi e tempistiche sono ben differenti ed è per questo che i droni professionali hanno rivoluzionato il modo di lavorare. Cosa si può effettuare grazie alle mappature aeree ad alta risoluzione realizzate con i droni professionali? Grazie ai droni professionali è possibile pianificare e gestire interventi urbanistici, monitorare eventuali casi di abusivismo edilizio, applicare la messa in sicurezza di un territorio ed effettuare interventi strutturali.

Grazie ai droni professionali è possibile effettuare fotografie aeree e riprese video da angolazioni esclusive e con qualità eccellenti. I droni professionali per l’architettura sono capaci di compiere movimenti dinamici vicino agli oggetti che devono rilevare. Inoltre se i droni professionali possiedono un sistema di guida GPS, sistema di cui ormai quasi tutti i droni professionali sono dotati, è possibile analizzare e mappare con precisione anche zone molto vaste.

L’aerofotogrammetria con droni professionali permette di rilevare caratteristiche del terreno che non sarebbero percepibili al livello del suolo. Le possibilità di lavoro nel campo della fotogrammetria aerea con droni professionali sono numerose.

Ora i droni professionali sono dotati dei migliori sistemi SAPR, telecamere ad alta risoluzione adatte alle più svariate esigenze. Come si effettuano le mappe e i modelli 3D con i droni professionali? Per effettuare le mappe 3D tramite i droni professionali è necessario puntare la fotocamera sul drone in posizione verticale, verso il basso.

Se invece si desidera realizzare modelli 3D di edifici, monumenti o statue tramite droni professionali, è necessario puntare la fotocamera orizzontalmente oppure in obliquo, a 45°.

Ecco cosa tutto si può realizzare tramite le fotogrammetrie aeree effettuate con droni professionali: 

  • Mappatura e cartografia con droni professionali
  • Pianificazione urbana con droni professionali
  • Pianificazione e gestione forestale con droni professionali
  • Esplorazione di petrolio e gas tramite i droni professionali 
  • Pianificazione della rete cellulare tramite droni professionali 
  • Esplorazione di cave e minerali tramite droni professionali 
  • Lavori archeologici tramite droni professionali

I mogliori droni professionali sono dotati di sistemi guida GPS e possono avere fino a 40 minuti di autonomia. Alcuni droni professionali hanno addirittura una struttura impermeabile che li rende resistenti alla pioggia e certi droni professionali sono anche dotati di sistemi di trasmissione live a terra.

Letto 2001 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Dicembre 2015 14:17