Mercoledì, 11 Ottobre 2017 15:58

Umidità da risalita nelle case degli Italiani

Scritto da 

Casa umida? Possibili danni e soluzioni.

Intonaci rovinati? Colori delle pareti che si sbriciolano o si attaccano ai lati dei divani? Forse anche tu hai un problema di umidità di risalita, un problema serio che con i giusti provvedimenti può essere risolto definitivamente.

Capire l'origine del problema

Spesso i problemi di umidità di risalita vengono confusi a causa degli effetti visivi simili, con problemi dovuti a tubature danneggiate o alla normale condensa che si forma nelle pareti delle abitazioni che non vengono adeguatamente arieggiate.

L'umidità di risalita, però, o "umidità di risalita capillare", è un problema più che serio che deve assolutamente e può essere risolto con interventi specifici attuati da professionisti specializzati, per evitare che porti conseguenze peggiori alle nostre abitazioni.

Un problema di impermeabilizzazione

Quando il problema non nasce all'interno dell'abitazione con la condensa e le tubazioni danneggiate, significa che nella tua casa c'è un problema di impermeabilizzazione. Questa può essere del tutto assente, difettosa o essere stata eseguita nel modo errato.

I liquidi contenuti nel terreno in cui è stata costruita la tua casa hanno la capacità di filtrare orizzontalmente e verticalmente attraverso i muri dell'abitazione, causando i classici danni alle pareti e alle facciate e donandole un aspetto vecchio, insano e trasandato.

Umidità di risalita: soluzioni

Sono diversi i modi in cui il problema può essere risolto definitivamente. Uno di questi è il taglio meccanico delle murature e il successivo inserimento di fogli impermeabilizzanti. Questa procedura, però, è resa illegale in molte regioni italiane per ovvi problemi di rischio sismico.

Un'altra metodologia per avere finalmente una casa asciutta potrebbe essere l'utilizzo dell'opzione chimica. Con questa procedura si praticano dei fori alla base della muratura in cui si iniettano dei liquidi che occludono la rete capillare in cui filtra l'umidore rendendo impossibile il formarsi di umidità di risalita. Tuttavia anche questa opzione può presentare alcune controindicazioni e l'evaporazione del liquido imbevuto nelle pareti potrebbe essere piuttosto lenta.

La scelta più sicura

L'unica soluzione che pare non avere controindicazioni è quella dell'utilizzo di dispositivi che agiscono sulle leggi fisiche che determinano il movimento dei liquidi.

Questi riescono a invertire il flusso dell'acqua o addirittura a neutralizzarne la carica. Installando questi dispositivi, il flusso di umidità di risalita si blocca, i muri si asciugano e vengono mantenuti tali nel tempo. Esistono vari tipi di dispositivi, ma tutti necessitano di un'installazione fissa e, se di tipo elettrico, di un'alimentazione energetica.

Ogni caso è diverso

Anche questi dispositivi possono variare a seconda dei materiali utilizzati nella costruzione dell'abitazione o della zona in cui essa si trova. Queste sono le ragioni per cui è doveroso affidarsi a personale specializzato ed evitare acquisti in internet e interventi di installazione "fai da te", soprattutto per evitare spese inutili che oltre a non risolvere il problema, potrebbero causare dei danni aggiuntivi all'abitazione.

Infatti quando questi vengono utilizzati senza un adeguato piano di risanamento e i relativi interventi edili, il loro utilizzo può risultare vano e i muri potrebbero trovarsi in poco tempo nuovamente fradici. 

Umidità di risalita e muffa

La muffa nelle nostre abitazioni è spesso una conseguenza dell'umidume di un'abitazione. Un problema di umidità di risalita non risolto, aumenta la possibilità che all'interno della nostra abitazione possano svilupparsi  pericolose muffe sui muri che oltre a essere antiestetiche e rovinare irrimediabilmente l'arredamento, diffondono delle spore deleterie per la  salute.

Queste sono alcune ragioni in più per cui è utile e vantaggioso sbarazzarsi per sempre dell'umidità capillare e avere finalmente una casa asciutta.

Letto 468 volte Ultima modifica il Mercoledì, 11 Ottobre 2017 16:31