Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 58
Venerdì, 11 Aprile 2014 15:38

Un viaggio per scoprire l'architettura di Gaudì

Scritto da 
La Sagrada Família è il gioiello di Gaudí La Sagrada Família è il gioiello di Gaudí

Viaggiare alla scoperta delle grandi città Europee, ammirarne l'architettura, le opere d'arte, i monumenti all'aria aperta e perché no, godere anche delle specialità tipiche del posto. Il piacere dell'avventura accomuna grandi e piccini, allaricerca di divertimento e spensieratezza. L'euforia di una viaggio porta con se tante belle sensazioni, ma spesso ci si dimentica di considerare aspetti altrettanto importanti come la sicurezza, rapiti dalla frenesia che precede il momento della partenza. Per viaggiare in totale tranquillità senza preoccupazioni di sorta è consigliabile acquistare una polizza viaggio, che garantisce una tutela in caso di imprevisti, dallo smarrimento dei bagagli al servizio di assistenza sanitaria. Sebbene sia lecito augurarsi che le cose vadano per il verso giusto, è buona norma non sottovalutare nessun aspetto in modo tale da godersi la propria vacanza in totale relax. Tra le mete più affascinanti del vecchio continente c'è sicuramente Barcellona, una città ricca di cultura, arte e divertimenti, che merita di essere visitata come poche altre al mondo.

La Culla di Gaudì

Nella città catalana regna sovrana l'impronta lasciata da Gaudì, l'architetto, scultore o più semplicemente artista spagnolo, che ha portato ai massimi livelli il modernismo catalano. Tra le vie di Barcellona è facile trovarsi davanti una sua creazione, sia essa una scultura o un edificio, ed è altrettanto semplice rimanerne affascinati. Colori vivaci, forme rotondeggianti, mattonelle allegre e riflessi esotici sono soltanto alcune delle caratteristiche tipiche di Gaudìe del suo stile inimitabile. La Sagrada Familia è l'esempio di come l'architetto spagnolo abbia recitato il ruolo di protagonista nella storia dell'arte contemporanea mondiale. Dotato di qualità creative fuori dal comune, già nel corso dell'infanzia aveva dato un assaggio del suo genio, specialmente in fase di progettazione. Figlio di artigiani del rame, Gaudì aveva avuto a che fare con l'aspetto materiale dell'arte osservando i genitori, considerati dei veri e propri artisti del metallo. Dopo il periodo universitario, che gli ha fornito le basi teoriche fondamentali, è stato un gioco da ragazzi per lui trasportare l'immaginazione su carta, per poi realizzare nel concreto i suoi progetti. Di lui si dice che già ai tempi dell'università manifestava una tendenza particolare a sovvertire gli ordini architettonici accademicamente riconosciuti, una sorta di guastafeste insomma.

Opere da vedere

Certo, nel suo caso non si trattava di un 'disturbatore' comune, ma dell'uomo che grazie al suo talento è riuscito a dare il suo contributo all'evoluzione dell'Art Nouveau, dell'espressionismo e del surrealismo. Dal celeberrimo Parc Güell, alla già citata Sagrada Familia, passando per una serie interminabile di edifici, come la Casa Battlò, la Casa Milà e tanti altri, la sua mano risulta inconfondibile anche ai meno esperti d'arte moderna. Il contributo che Gaudìha fornito all'arte catalana è paragonabile all'impulso che a suo tempo il sommo poeta Dante Alighieri diede alla poesia italiana. Un raro esempio di estro e sregolatezza che lo porta a curare ogni minimo dettaglio: le opere di Gaudì sono motivo d'orgoglio sia per la città e per la Spagna intera.

Letto 3760 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Aprile 2014 10:51